Sostienici con le donazioni

Home » Letteratura » ABRAHAM YEHOSHUA

ABRAHAM YEHOSHUA

Combattente nella guerra del Sinai del ’56 per lungo tempo si è impegnato affinchè arabi e ebrei vivessero gli uni accanto agli altri in due stati. Successivamente  ha  rivisto le sue opinioni formulando l’ipotesi di un solo stato, quello d’Israele, in cui i palestinesi  avessero  pieni diritti  e potessero  anche governare : «Vivere insieme, diceva, sotto lo stesso tetto, sotto un unico cielo. Saremo uno Stato solo, ma non uno Stato ebraico: aperto ai palestinesi, compresi quelli della Cisgiordania». Alle difficoltà che gli venivano avanzate  riguardo  all’integrazione replicava che la vera integrazione sarebbe avvenuta nella convivenza  degli ospedali, luogo di sofferenza e intimità. Ma riteneva  anche necessario che gli ebrei e i palestinesi  si  liberassero dall’eccesso di memoria, che non significa dimenticare, ma guardarsi intorno ed evitare la trappola dell’identità. Yehoshua è stato  autore di racconti e opere teatrali, ma ha conosciuto il successo coi suoi romanzi. Le sue opere sono state tradotte in ventidue lingue. In Italia è stato scoperto dalla Casa editrice Giuntina per poi essere pubblicato da Einaudi. Argomento principale delle sue opere è stato la famiglia considerata come rete di relazioni intense che vincolano la vita e  in cui si consumano dolori e si nascondono segreti, in essa  centrale è il rapporto di coppia con tutte le sue potenzialità e insidie. Il suo romanzo più interessante  è  L’amante, ambientato subito dopo la guerra del Kippur del ’73,  strutturato sulla pluralità dei punti di vista, quello di  Adam, della sua sfuggente moglie Asya, della loro figlia Dafne che si affaccia alla vita insieme a Na’im il ragazzo arabo che lavora nell’officina del padre . Lo scrittore  ha voluto così  rappresentare  la ricerca letteraria, esistenziale, politica della  relazione tra singolo e società. Nato a Gerusalemme nel 1936 in una famiglia d’origine sefardita, Yehoshua viveva ad Haifa nella cui università ha insegnato Letteratura comparata e Letteratura ebraica. Ha avuto incarichi come professore esterno nelle Università Harvard, di Chicago e di Princeton. È scomparso a 85 dopo una lunga malattia.

 

Post Tagged with,,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.